Ultima modifica: 13 aprile 2019

Classi 3A e 4D: un’esperienza di cittadinanza attiva e turismo solidale

Un’emittente televisiva marchigiana ha realizzato un ampio servizio su un gesto di solidarietà compiuto dai ragazzi della 3A e della 4D del liceo Marconi di Conegliano nel corso del loro recente viaggio di istruzione nelle Marche. 

Obiettivo del percorso: conoscere un territorio in tutti i suoi aspetti, anche nelle sue ferite ancora aperte. Per questo gli studenti hanno incontrato il prof. Coppari, l’associazione Actionaid e la CGIL, impegnati nella tutela e nella rinascita delle zone colpite dal sisma, per capire la situazione della regione dopo il terremoto.

Per l’occasione hanno anche pensato di portare dei doni semplici ma significativi: dei giocattoli da loro raccolti da destinare a qualche istituto, un mattone per testimoniare simbolicamente la loro solidarietà nel processo di ricostruzione e una piantina di vite, una barbatella di prosecco, come segno di rinascita, “ex vite vita”.

Questa piantina ora si trova nel giardino di nonna Peppina, salita alle cronache nazionali nel 2017 per la sua ostinata volontà di restare, anche se da sola, nella sua casa, nel suo borgo, a San Martino di Fiastra, interamente danneggiato dal terremoto. In quel giardino ora c’è un piccolo cuore del Veneto che batte.

Un’emittente televisiva marchigiana ha realizzato un ampio servizio su questo gesto di solidarietà compiuto dagli studenti e del Liceo Marconi e dai loro docenti.

VIDEO

Ai complimenti per questa significativa esperienza compiuta dai nostri studenti si unisce virtualmente l’Assessore all’istruzione, alla formazione, al lavoro e pari opportunità della Regione Veneto, Elena Donazzan, di cui riportiamo qui il messaggio inviato al Dirigente:

Pregiatissimo Dirigente Da Ros,

desidero esprimere il più sentito ringraziamento per l’iniziativa “Una vite nel giardino di nonna Peppina” compiuto dagli studenti del Liceo “G. Marconi” di Conegliano nel territorio marchigiano colpito nel 2016 dal sisma. A questa significativa attività didattica, che ha visto partecipi gli studenti delle classi 3A e 4D insieme ai loro docenti, manifesto tutto il mio apprezzamento e la mia soddisfazione.

Quello che è stato fatto è un piccolo gesto che rivela grande sensibilità per dei luoghi e per delle persone colpite da questo evento e che testimonia solidarietà per la ricostruzione.

Pertanto, nella piena convinzione che azioni come queste siano esempio di cittadinanza attiva e che contribuiscano alla crescita consapevole dei nostri giovani, rinnovo il mio plauso con preghiera di condividere con i docenti e gli studenti questo encomio.

Cordialmente,

L’Assessore regionale

Elena Donazzan

 

 

 




Link vai su