Ultima modifica: 30 ottobre 2016

Grandi alberi: guida

Per chi non conoscesse il programma Google Earth abbiamo pensato di fornire alcuni sintetici consigli per l’uso.

Chi lo sapesse già usare può dare un’occhiata anche solo alla sezione “Cosa c’è nel nostro file“. Altrimenti leggete le

varie sezioni della guida seguendo il sommario.

Sommario:

  1. Generalità su Google Earth
    1. Il navigatore
    2. La barra laterale
  2. Cosa c’è nel nostro file
    1. Struttura delle cartelle
    2. Come esplorare i contenuti
    3. Comandi per la navigazione
    4. Le fotografie
    5. I percorsi
    6. Le mappe
  3. Aggiornamento
  4. Stampa

 


Generalità su Google Earth

      Per chi non conoscesse l’uso del programma Google Earth (qui GE):GE è un programma per visualizzare immagini del Globo trasmesse da satellite, periodicamente aggiornate (v. nota).

Raccomandiamo di scaricare e installare l’ultima versione (menu “Guida”, “Verifica aggiorh3nti in linea”): questo file è costruito per la versione 5.0 di Google Earth.

Queste sono le sue parti principali:

Il programma si compone di una finestra principale, il “Navigatore” e di una Barra laterale.

 


Il Navigatore

Nel Navigatore (detto anche Visualizzatore 3D, Mappamondo o Mappa) si vedono le foto da satellite della Terra.Si può fare lo zoom e ruotare il Globo, come pure inclinare la visuale e spostarsi lungo la superficie.

Per comodità abbiamo riportato un elenco dei comandi da tastiera o col mouse nella pagina “Comandi per la navigazione”. Vedi anche la guida ufficiale di Google Earth.

Si possono inoltre sfruttare i comandi della “bussola” in alto a destra del navigatore (potete fare qualche prova con la bussola anche mentre state leggendo questa nota).


La barra laterale

La Barra laterale divisa in tre settori, che si possono espandere o ridurre per comodità (cliccare sulle freccette blu).

Nella Barra laterale ci interessa qui quasi solo la parte centrale, “Luoghi”.Sono distinti in “Luoghi personali” e “Luoghi temporanei“.

Se avete appena aperto il nostro file da internet probabilmente si troverà in questi ultimi: uscendo dal programma esso vi chiederà se volete salvarlo nei Luoghi personali per averlo sempre a disposizione. Noi immaginamo che lo farete…

Nei Luoghi personali eseguirete la maggior parte delle operazioni per esplorare i Grandi Alberi:

  • aprire e chiudere cartelle, spuntare (e quindi visualizzare) segnaposti e foto
  • attivare con un doppio clic e quindi inquadrare nel navigatore o entrare in modalità foto, visualizzare i fumetti contenenti le schede degli alberi, i commenti o le letture…

La sezione “Ricerca” a noi non interessa e potete chiuderla, a meno che non vogliate cercare qualche indirizzo particolare sul Globo (ma così vi distrarrete dall’esplorazione dei Grandi Alberi!).

La parte inferiore è quella dei “Livelli“Noi consigliamo di togliere tutte le spunte (basta togliere quella superiore, ) e metterla invece solo su , che mostra il rilievo del paesaggio se la visuale è inclinata. Questo, con un terreno collinare come il nostro, può essere di grande effetto per contestualizzare il nostro lavoro.


 Nota:

Le immagini non sono “in tempo reale”, come qualcuno potrebbe pensare, anzi l’aggiorh3nto delle foto non è rapido, e dipende dalla rilevanza naturalistica o demografica del luogo, oltre che da altri fattori variabili. Purtroppo le immagini relative alla nostra zona hanno una definizione piuttosto scarsa, e il nostro percorso risulterà poco interessante se visto troppo da vicino; speriamo però che in tempi brevi si possano vedere gli alberi dall’alto in un contesto meglio leggibile.

Cosa c’è nel nostro file

Il file kmz che avete aperto contiene una serie di oggetti relativi al Progetto Grandi Alberi, tutti visibili nella barra laterale.

Cartelle:
contengono e organizzano i vari materiali. Guida alle cartelle
Segnaposti:

segnano sulla mappa i luoghi di interesse, in particolare gli alberi

Foto:

consentono di vedere gli alberi con foto a risoluzione elevata e da vari punti di vista. Guida alle foto

 Percorsi:

mostrano uno o più percorsi possibili per una visita agli alberi. Guida ai percorsi

   Mappe:

immagini, particolarmente di mappe del territorio o carte tecniche, sovrapposte alle foto da satellite, o altre foto satellitari e ortofoto di migliore qualità. Guida alle mappe

   Testi:

pagine contenenti testi, in genere letture di approfondimento sul tema degli alberi.

Ogni oggetto mostra un’icona rappresentativa e dispone di una casella di spunta per visualizzarlo o nasconderlo. Per i segnaposti, soprattutto, l’icona compare sulla mappa in corrispondenza della posizione dell’oggetto , per esempio un albero…

Ognuno di questi oggetti dispone in genere di un “fumetto” contenente testo e altre informazioni, come le schede di ciascun albero, le citazioni da testi letterari, ecc.

Struttura delle cartelle

La lista degli elementi nella barra laterale è strutturata per cartelle:

N.B.: le cartelle contengono oggetti come segnaposti, foto o altro.

Se contiene elementi subordinati, una cartella può essere:

 aperta, da chiudere cliccando sul 
 chiusa, da aprire cliccando sul 

Gli elementi contenuti possono essere selezionati, cioè visualizzati:

 o  tutti
 o  nessuno
 o  alcuni, spuntati singolarmente

N.B.: Non tutte le cartelle contenitore possono essere aperte.
E’ il caso della cartella “Introduzione”: per nascondere il banner del Progetto Grandi Alberi in alto a sinistra nel navigatore basta togliere la spunta.

A seconda dell’aspetto del titolo, ogni elemento può:

possedere un fumetto, come:
non possedere un fumetto, come:

Come esplorare…

Come esplorare gli oggetti

Nella barra laterale

Clic singolo

Un clic sul testo blu sottolineato apre il fumetto con la scheda dell’albero, la descrizione dell’itinerario o della mappa, o la lettura…

Doppio clic

Un doppio clic sull’icona o sul testo inquadra l’oggetto (p. es. un albero) nel navigatore e vi si avvicina.Se si fa doppio clic su un contenitore di oggetti (p. es. la cartella “I Grandi Alberi di Conegliano”, o il percorso “Di colle in colle”) si inquadra l’area di tutto il suo contenuto.

Un doppio clic sull’icona fotocamera avvia la modalità foto, che visualizza la foto in alta risoluzione (guida).

Nel navigatore

Le stesse operazioni si possono fare direttamente sulle icone dentro il navigatore, cioè sulla mappa su cui compaiono i segnaposti (percorsi, alberi, foto…).

Nei fumetti

Nei fumetti, specie nella guida (qui, per esempio) e nelle letture, sono presenti collegamenti ipertestuali per spostarsi tra le varie pagine.

Comandi per la navigazione

Questa tabella è tratta dalla guida in linea di Google Earth disponibile dal menu “Guida”.

Comando Windows/Linux
Combinazione di tasti
Mac
Combinazione di tasti
Risultato
Sposta a sinistra Freccia sinistra Freccia sinistra Sposta il visualizzatore nella direzione della freccia.
Sposta a destra Freccia destra Freccia destra Sposta il visualizzatore nella direzione della freccia.
Sposta su Freccia su Freccia su Sposta il visualizzatore nella direzione della freccia.
Sposta giù Freccia giù Freccia giù Sposta il visualizzatore nella direzione della freccia.
Ruota in senso orario Maiusc + freccia sinistra Maiusc + freccia sinistra Ruota la vista in senso orario. Il pianeta ruota invece in senso antiorario.
Ruota in senso antiorario Maiusc + freccia destra Maiusc + freccia destra Ruota la vista in senso antiorario.
Mostra/Nascondi planisfero Ctrl + M Tasto Comando/Apple + M Mostra o nasconde la finestra Planisfero.
Inclina verso l’alto Maiusc + pulsante sinistro del mouse + trascina giù, Maiusc + freccia giù Maiusc + freccia giù Inclina il visualizzatore verso la vista orizzontale.
Inclina verso il basso Maiusc + pulsante sinistro del mouse + trascina su, Maiusc + freccia su Maiusc + freccia su Inclina il visualizzatore verso la vista perpendicolare.
Guarda Ctrl + pulsante sinistro del mouse + trascina Tasto Comando/Apple + pulsante del mouse + trascina Punti prospettici in un’altra direzione, come se stessi girando la testa verso l’alto, il basso, a sinistra o a destra.
Zoom avanti Rotellina, + tasto, PagSu Rotellina, + tasto Avanza con lo zoom nel visualizzatore. Suggerimento. Per utilizzare il tasto PagSu, assicurati cheBloc Num sia disattivato sulla tastiera.
Zoom indietro Rotellina; tasto (anche del tastierino numerico), PagGiù Rotellina; tasto (anche del tastierino numerico) Indietreggia con lo zoom nel visualizzatore. Suggerimento. Per utilizzare il tasto PagGiù, assicurati che Bloc Num sia disattivato sulla tastiera.
Zoom + inclinazione automatica Pulsante destro del mouse + trascina verso l’alto o verso il basso Ctrl + fai clic + trascina verso l’alto o verso il basso Avanza con lo zoom nel visualizzatore e inclina automaticamente la vista man mano che ti avvicini al suolo.
Interrompi movimento corrente Barra spaziatrice Barra spaziatrice Interrompe il movimento del visualizzatore.
Reimposta nord n n Riposiziona la vista con il nord in alto.
Reimposta vista perpendicolare u u Riposiziona la vista in modo che l’angolo di visualizzazione sia perpendicolare dall’alto.
Ripristina impostazioni predefinite per inclinazione e bussola r r Ripristina l’angolo di visualizzazione perpendicolare e ruota la vista per riportare il nord in alto. Utilizza questa funzione per orientare il globo al centro del visualizzatore.

Suggerimento. Con la maggior parte delle combinazioni indicate puoi utilizzare il tasto Alt per procedere più lentamente verso la direzione indicata.

Le fotografie

Le foto riportate nella sezione “Album fotografico” si possono vedere in dettaglio.

Nel navigatore le icone della fotocamera, se visualizzate (mettendo la spunta sulle caselle nella lista laterale), sono collocate grossomodo sulla verticale del punto in cui sono state scattate le foto.

Un doppio clic sull’icona della fotocamera (sia sulla mappa sia nella barra laterale) avvia la modalità foto.

Nella modalità foto la prospettiva di osservazione riprenderà approssimativamente quella reale, con una maggiore elevazione da terra.

Si può ingrandire l’immagine:

  • con lo strumento zoom in alto a destra
  • con la rotellina del mouse
  • con i tasti CTRL+freccia su/giù

Se l’immagine diventa più grande dello schermo la si può trascinare col mouse o spostare il riquadro bianco nella miniatura.

Per uscire dalla modalità foto cliccare sul pulsante apposito in alto a destra.

I percorsi

I percorsi sono linee spezzate tracciate tra vari punti, lungo l’itinerario di visita proposto tra gli alberi.

Un doppio clic sull’icona del percorso lo inquadra nel navigatore.

Lo zoom sul percorso si fa:

  • con lo strumento zoom sotto la bussola
  • con la rotellina del mouse
  • con i tasti CTRL+freccia su/giù

Gli altri movimenti per seguire il percorso si possono fare in uno dei tanti modi indicati nella tabella “Comandi per la navigazione”.

Passando col mouse sulla linea colorata del percorso nel navigatore, la tappa viene evidenziata in giallo.

Cliccando sulla linea nel navigatore o sulla sua icona nella lista laterale, comparirà un fumetto con alcune indicazioni sulla tappa selezionata, tra cui la lunghezza.

Con il pulsante di avvio in basso, si può far seguire il percorso al programma:

Le impostazioni possono essere modificate nel menu “Strumenti/Opzioni…”, scheda “Tour”.

Le mappe

Le mappe sono immagini sovrapposte alla superficie del globo rappresentata in GE.

Un doppio clic sull’icona della sovrapposizione inquadra la mappa nel navigatore.

Lo zoom sulla mappa si fa:

  • con lo strumento zoom sotto la bussola
  • con la rotellina del mouse
  • con i tasti CTRL+freccia su/giù

La mappa si può nascondere o visualizzare con la casella di spunta corrispondente.
Consigliamo di non visualizzare tutte le mappe insieme, per evitare strane sovrapposizioni.

Con il cursore in basso si può rendere trasparente l’immagine per intravedere la sottostante foto da satellite.

Aggiornamento

L’aggiornamento dei contenuti è automatico

Il file che avete caricato in Google Earth da internet è un collegamento di rete, come indicato dall’icona  nella lista della barra laterale.

Questo significa che il contenuto non risiede stabilmente sul computer, ma viene di volta in volta prelevato da internet.
Ciò avviene la prima volta che caricate il file e tutte le volte che riaprite Google Earth, il che garantisce l’aggiornamento dei contenuti.

Oltre ad aggiornare i contenuti, in questo modo sarà anche ripristinata la loro visualizzazione: le modifiche apportate da voi (cartelle aperte o chuse, elementi visualizzati o nascosti, zoom…), saranno annullate e si tornerà alla situazione originaria.

Finché GE rimane aperto, non viene effettuato alcun aggiornamento, e si visualizzano i contenuti scaricati l’ultima volta e rimasti in memoria (cache).
Se invece si vuole aggiornare il contenuto all’ultima versione disponibile, o se si vuole ripristinare la visualizzazione predefinita, si può forzare l’aggiornamento in questo modo:

  1. Cliccare col tasto destro del mouse sull’icona:
  2. Cliccare sul comando:
  3. Cliccare nuovamente col tasto destro del mouse sull’icona:
  4. Cliccare sul comando:

N.B.: talvolta potrebbero bastare solo i punti 3 e 4: provate

Per breve tempo l’icona si animerà in questo modo: 

Se l’icona è questa, , è perché per qualche motivo la connessione non è riuscita e l’aggioramento non si realizza. Riprovare più tardi.

La stampa

E’ possibile stampare gran parte del materiale contenuto nel file.

Come potrete vedere nella sezione “Allargando lo sguardo”, abbiamo messo a disposizione file in formato pdf per stampare le schede degli alberi, i percorsi di visita, la bibliografia. Per il momento non sono disponibili file delle letture.

Lo stesso programma Google Earth offre alcune opzioni di stampa.
In particolare risulterà utile stampare gli itinerari di visita ai Grandi Alberi, comprendendo, oltre alle mappe, anche le descrizioni.

Questa è la procedura.

    1. Impostare la visualizzazione di GE in modo da non eccedere in dettagli: consigliamo di togliere la spunta dal “Database principale” nella sezione “Livelli” della barra laterale e rimetterla invece alle “Strade”, utili durante il percorso.

    2. Nascondere, togliendo le relative spunte, gli altri percorsi da non stampare.
    3. Per stampare un percorso, selezionarne la cartella nella lista laterale.
      Per esempio, selezionare la cartella “Dalla Stazione ferroviaria” nella sezione “Due passi in città” di “Andar per alberi”.
    4. Cliccare sull’icona  nella barra degli strumenti o su “Stampa…” nel menu “File”.
    5. Selezionare l’opzione in fondo: “Cartella selezionata in Luoghi personali
    6. Avviare la stampa. Verranno stampate la mappa complessiva del percorso e quelle delle sue tappe, nonché le relative descrizioni.



Link vai su